Bed and Breakfast Ecologici

Differenza tra B&B, affittacamere e locazioni turistiche

La fiscale gestione di un classico Bed & Breakfast non prevede delle questioni diverse rispetto a un trattamento ordinario di una classica attività d’impresa. Tuttavia, questa affermazione, vuole un’analisi, partendo dall’origini della questione, o per essere più precisi, dalle modalità con le quali un qualsiasi soggetto abbia la voglia di questa attività ai fini dell’imposte indirette e dirette.

In modo più attento, fra le questioni che necessitano di tanta attenzione sono le verifiche dei presupposti per ottenere un reddito di diversa natura, di cui all’art. 67, comma 1 numero 3 lettera, ovvero l’esercizio di una attività di occasionale natura commerciale, piuttosto che l’esercizio di una attività di commerciale impresa di cui all’art. 55 dello stesso Tuir.

Il B&B è una ricettiva attività della tipologia extra alberghiero che offre alla clientela dei servizi come alloggio e prima colazione per una limitata quantità di posti letto o camere, con l’uso di parti abitative private del proprietario, con aperture in periodi stagionali o annuali. In questi ultimi anni, queste tipologie di attività hanno visto dei concreti incrementi di clienti, anche grazie a non grandi difficoltà d’apertura di questi esercizi. in modo particolare perfettamente idonei nelle turistiche zone e città.

Quindi, è opportuno effettuare delle considerazioni prime, con lo scopo di poter dare chiarezza sull’argomento.
Non troviamo una definizione precisa di Bed & Breakfast dal punto di vista civilistico, nel settore turistico, la regolamentazione e a cura delle rispettive Province e Regioni autonome.

Bed & Breakfast:

Secondo l’articolo del Codice del Turismo (12 comma 3), ‘ ricettive strutture a organizzazione e conduzione familiare, con una gestione privata, quindi non in forma imprenditoriale, che offrono, prima colazione e alloggio (posti letto e camere), con l’uso della stessa o in parte della struttura immobiliare collegate e con familiari spazi comuni o condivisi’. In pratica, un Bed & Breakfast, consiste nel servizio di prima colazione e alloggio, esclusivamente effettuato con l’aiuto dei familiari con un numero massimo di camere stabilito dalla regione, con periodi di apertura e chiusura imposti dalla stessa locale normativa.

Locazioni turistiche:

Art. 12, comma 5, sono definite come ‘Strutture appartamenti o case, dotati si igienici servizi, arredati, con cucina autonoma, dati in locazioni alla clientela, nel corso di una o anche più stagioni, con tipologia di contratto avente validità con massimo una settimana (7 giorni) e non oltre i sei mesi (consecutivi) senza la prestazione di nessun tipo di servizio del tipo alberghiero’.

In pratica, le attività di locazioni turistiche sono quelle volte alla sola locazione di una parte o tutto l’immobile, a esterni clienti, per periodi che superino i 30 giorni, senza l’effettuazione di servizi ulteriori aggiunti (cambio giornaliero di biancheria, somministrazione di bevande e di alimenti e altro). In questo caso non bisogna aprire una partita iva, ma soltanto stipulare dei contratti di locazione per turisti.

Affittacamere:

Art. 12. comma 2. Vanno definiti del tipo affittacamere le ‘ tipologie di strutture ricettive che sono composte da camere ubicate in più ammobiliati appartamenti nel medesimo stabile, nei quali sono offerti eventuali servizi complementari e alloggio ‘. In parole povere, le attività di affittacamere è una reale commerciale attività, infatti, oltre ai servizi per l’alloggio, sono compresi i servizi tipici di un albergo. Per dare il via a questa tipologia d’attività è necessario attivare una partita Iva, effettuare una comunicazione d’inizio attività al SUAP del proprio Comune e ovviamente alla Camera di Commercio.

Da quello scritto sopra, si evidenzia, in modo molto chiaro, la necessità di non fare confusione fra un’attività di B&B con una turistica attività di locazione, in quanto le genesi dei giuridici rapporti sono nettamente diversi e distinte.

Infatti, le turistiche locazioni, traggono origini dalle precise disposizioni di cui all’art. 1571 e seguenti del codice civile, ai quali devono aggiungersi le previsioni in cui all’art. 53 del CT (codice del turismo), secondo la quale si definiscono le turistiche locazioni ‘gli alloggi esclusivamente locati per fini turistici, ubicati in qualsiasi luogo’. Quindi, per dirla meglio, la finalità di questo contrattuale rapporto è la messa a disposizione ‘asettica’ degli immobili o locali a fronte di un corrispettivo.

La locazione è il contratto con il quale c’è l’obbligo del proprietario a far godere la clientela di un immobile o cosa mobile per preciso tempo, verso un corrispettivo determinato.

Invece, l’attiva di un B&B, oltre a mettere a disposizione delle camere da letto (locali), prevede la somministrazione di servizi ulteriori, come per esempio la prima colazione. Questo specifico elemento attrae l’attività di Bed & Breakfast all’esterno della civilista definizione del contratto di locazione.

Per concludere
: è necessario capire molto bene la definizione e quindi la individuazione corretta dell’esatto regime fiscale d’adottare.